Pamela Galli

Mi chiamo Pamela Galli. Mi sono avvicinata alla disciplina sportiva dell’Agility Dog nel 2005 con il mio meticcio simil beagle Giulio.                             

Affascinata dal potere fisico, tecnico ed empatico di questa disciplina, dal 2007 ho iniziato a praticarla a livello agonistico con  Lucy, shetland sheepdog, fino a portarla in 3° brevetto Enci e poi al titolo di Campionessa Italiana nel 2015.

Dal 2010 ho affiancato la mia istruttrice di sempre, Sandra Deidda, durante le lezioni pratiche in campo ed ho frequentato corsi, seminari e stage teorici e pratici sulla preparazione dei binomi, cane e conduttore, fino a diventare Istruttrice di Agility Dog. 

Nel 2015 sono stata convocata nella Nazionale Italiana Meticci, della quale faccio parte tutt’oggi con Goldie, anch’essa preparata e portata da me in 3° brevetto Enci, qualificandoci al 2° posto nel 2015 e 3° nel 2016 al Mondiale IMCA nella categoria a Squadre.  Nel 2018 ci siamo qualificate al 3° posto al primo Grand Prix Fidasc/Coni presso lo Stadio dei Marmi, a Roma.

S. Garrett, M. Klimesova, S. Trikman sono i miei riferimenti per il tipo di preparazione cognitiva che affronto con i cani sulle competenze fondamentali per la disciplina.

 Il metodo finlandese OneMind Dogs è invece il riferimento per la preparazione dei conduttori; è un metodo basato sulla comprensione naturale ed istintuale dei cani in relazione alla postura ed al movimento del conduttore, quindi innato ed istintivo per i cani e fisicamente atletico per i conduttori.                                                             

Attualmente sto preparando all’Agility un’altra meticcetta al momento in 1° brevetto Enci, Memole, salvata da una situazione di disagio da un’associazione di volontariato, in quanto mi entusiasma l’idea di poter trasformare in un Campione un cagnolino non voluto o abbandonato cambiando radicalmente il suo destino.

Condividi su: