Maria Lucrezia, Aramis e Mimì

Salve sono Maria Lucrezia Varchetti. Ho due border collie, Aramis e Mimi che sono arrivati dopo la morte di un vivace Labrador dispettoso, che non dava retta a nessuno, scappava sempre, ma comunque dolcissimo.

In famiglia non conoscevamo assolutamente niente di questa razza, ma ci era stata consigliata come meravigliosa, dolcissima, intelligentissima, come è effettivamente. Sono cani strepitosi che amano lavorare, quindi molto adatti ad essere addestrati per attività diverse. Ho così deciso di intraprendere questa strada e con Elena che è stata la prima addestratrice di Aramis ho frequentato un corso di addestramento di base. Successivamente ci siamo avvicinati all’agility come attività sportiva per aumentare il legame con il cane e così è stato. Abbiamo provato anche un pò di sheepdog, un pò di obedience, ma l’agility era la cosa che ci piaceva di più fare. Quando Elena ha lasciato il Centro che frequentavo sono passata ad un’altra addestratrice dello stesso posto, Pamela, la quale dopo pochissimo si è spostata al Felicia. Naturalmente come succede quando ti fidi di un’addestratore, abbiamo seguito Pamela al Felicia dove mi sono trovata particolarmente bene, anche se lontano da casa mia. Dopo un  pò ho preso un altro border collie, Mimì e con lei ho seguito lo stesso percorso. Adesso faccio la conduttrice sia di Aramis che di Mimì insieme. Faccio una lezione di un’ora dividendola un pò con un cane e un pò con l’altro. Diciamo che il mio rapporto con tutti e due i cani è splendido e  attraverso l’Agility si è creato un legame fortissimo. Aramis e Mimì hanno caratteri completamente diversi e si comportano in modo assolutamente differente facendomi  diventare matta nel condurli, ma questa cosa fa si che siamo una piccola famigliola di matti felici. Siamo meravigliosi. 

Fare Agility o un’attività con il proprio cane crea un legame che è inspiegabile se non si prova. Porta grandissime soddisfazioni indipendentemente dal fare o meno gare. Io ancora non ne ho fatte e non so se ne farò. Comunque il concetto non è quello, ma è proprio quello di divertirsi insieme di passare dei bei momenti insieme, di far sì che questi animali siano una parte della famiglia, con la quale interagire nel modo più corretto possibile. L’addestramento e le altre attività che si possono fare con il cane servono per sapere e conoscere i modi migliori con i quali interagire con loro. Impari a capirli, a comprendere quali sono i loro momenti più felici, quelli più stressanti, così da potergli andare incontro. Come con le persone qualsiasi esserino ha bisogno di un pò di empatia e l’Agility aiuta ad avere un legame migliore con il proprio cane, sempre in crescita. 

Al Centro Felicia mi trovo molto bene, tra persone splendide, come Pamela, ma anche con le altre  che lo frequentano. Purtroppo non riesco sempre a seguire tutte le attività perché il lavoro mi impegna molto e ho degli orari anche un pò strani, però ci tengo sempre a cercare di essere più regolare possibile, nell’attività che faccio. 

E’ un Centro attrezzatissimo, e con le innovazioni, come il campo sintetico coperto con il pallone è diventato principesco. Sicuramente lo consiglio proprio perché io nonostante abiti molto lontano continuo ad andarci e mi trovo molto bene

Condividi su: